#BACHECAPOSITIVA

Claudia Corinna Benedetti:il metodo Schotland un modello da seguire per arrestare il fenomeno del Femminicidio.

20181125 143322La nostra Federica De Pasquale incontra il pensiero di Claudia Corinna Benedetti da sempre impegnata nell ‘affermare la voce dei diritti umani e concretamente attiva nel terzo settore .

La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall'ONU il 17 dicembre 1999.
A distanza di quasi vent'anni le statistiche relative alla violenza di genere ed ai femminicidi nel nostro Paese non sono confortanti.

Cosa occorrerebbe fare secondo lei per invertire questa tendenza negativa considerando che le norme non mancano?
In tutti questi anni, dal 1999 , è la stessa recrudescenza del fenomeno che, di per sé, dimostra che non è  con l'indire una "Giornata internazionale che si può addirittura  "eliminare"  la violenza contro le donne!  

25 NOVEMBRE SENZA RETORICA

f7604f71 fa28 4280 8bdb ed3f6b3dce1aLa nostra bacheca positiva, in occasione di una giornata come quella dedicata all'eliminazione della violenza nei confronti delle donne, ha voluto dare voce ad una mamma coraggiosa, ad una donna che sceglie di non scendere in piazza a manifestare con slogan che purtroppo non bastano a contrastare il fenomeno e poco aiutano le vittime di violenza.
Gigliola Bono mamma di Monia uccisa a 19 anni da chi non ha saputo accettare un NO, è anche Consigliere e fondatore dell'UNAVI (Unione Nazionale Vittime ). Da quasi trent'anni ogni giorno, non solo il 25 novembre, è al fianco delle vittime e porta il suo esempio tra i giovani nelle scuole per sensibilizzarli a comprendere il rispetto dell'altro e il valore della vita umana.Ecco le sue parole...

Federica De Pasquale

Il Concorso“San Remo Video Clip Award” ha i suoi Vincitori!

DD4944F8 8313 4751 8570 776DCB98B8F2Le iniziative positive che premiano il lavoro di molti che non smettono di sognare, grazie  ad operatori culturali e addetti ai lavori che cercano, riuscendoci, di promuovere la creatività; come in  questo caso ha fatto l’ideatrice del Concorso “San Remo Video clip” cioè Virginia Barret che insieme ad una super giuria presieduta dal Maestro Vince Tempera ed i giurati Martine Brochard (Attrice di Cinema e Teatro, Scrittrice), Angelo Bassi ( Produttore Mediterranea Film), Matteo De Angelis ( Regista e Autore della Fotografia AIC IMAGO' ) ed altri, hanno decretato i vincitori delle varie sezioni e dei premi speciali che verranno consegnati durante la settima del Festival della canzone Italiana a San Remo!

Terre des Hommes e Beppe Convertini al servizio del bene

IN VITO MOSTRAI giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie.
(Michel De Montaigne)

E con la vita dei bimbi non si Scherza! Se non nella misura del loro stesso gioco!

Bella iniziativa quella dell’amico Beppe Convertini che si conferma persona Sensibile e attenta al SORRISO dei più piccoli.
Dopo L'esperienza di Beppe nei campi profughi Siriani, lo ritroviamo in Birmania nel Myanmar, sempre impegnato nelle missioni umanitarie di Terre des Hommes Italia, testimone di realtà ai confini del mondo,lontane dal consumismo dell’occidente.

Federica De Pasquale una donna multitasking

IMG 3712Ama definirsi una normale donna italiana che ha fatto del suo essere multitasking una filosofia di vita. Nata a Milano,ha vissuto l’adolescenza in Calabria e dal 1993 vive a Roma. Le abbiamo fatto compagnia in auto  in una delle sue giornate tipo,nel traffico della capitale,tra un appuntamento e l’altro… è certamente non ha spazi per la noia!

Una vita frenetica la tua, ma non la trovi stancante?

Mi piace occuparmi di tante cose, certo non mi annoio!
Posso permettermelo, perché il mio fisico sembra farcela nonostante non sia più ventenne ma sono consapevole che prima o poi dovrò rallentare il ritmo. Comunque, quasi tutte le donne italiane hanno le mie stesse capacità, siamo molto resistenti allo stress mentale e riusciamo a mantenere un livello di concentrazione che ci permette di gestire più attività in contemporanea, riuscendo a conciliare la vita privata ed il lavoro meglio di molte donne straniere. Credo dipenda dal fatto che i servizi di assistenza a sostegno del mondo femminile nel nostro Paese non siano all’altezza di altri e ci troviamo  agli ultimi posti nelle classifiche mondiali e, volendo vedere il bicchiere sempre mezzo pieno, questo ci ha rese più intraprendenti nell'arte di doverci arrangiare,facendo affidamento solo sulle nostre forze. In sintesi potremmo dire che è una questione di sopravvivenza.