Festival Internazionale della Danza e delle Danze: arti riunite al Castello dei Borgia

3 0
Reading Time: 5 minutes
Read Time:4 Minute, 45 Second

Parata di stelle nella serata di gala al Castello dei Borgia per la VI edizione del Festival Internazionale della Danza e delle Danze. Tra i premiati sul palco l’etoile internazionale Liliana Cosi, il Teatro dell’Opera di Lubiana rappresentato dal maestro Renato Zanella, il coreografo di Rai1 Matteo Addino, la star internazionale Sergio Bernal Alonso, il coreografo del Balletto del Sud Fredy Franzutti, lo stilista Gai Mattiolo e tanti altri

Sold Out e applausi scroscianti per le tre serate della VI edizione del Festival internazionale della Danza e delle Danze di Nepi, conclusosi con il gala finale e la consegna dell’opera realizzata da Enrico ManeraLo Schiaccianoci d’Oro” con la conduzione del popolare volto di Rai 1 Beppe Convertini, affiancato da Roberta Beta.

In esclusiva mondiale il pubblico ha potuto ammirare la creazione “Pesci nella rete” del maestro Beppe Menegatti con protagonista Alma Manera, 40 minuti di grande interpretazione ed intensità con l’artista accompagnata al piano da Kozeta Prifti:

“Quest’opera è nata dalla mia passione per la poesia, i poeti rappresentano il messaggio della vitalità umana. I versi che abbiamo portato sul palco sono di uno dei più grandi autori contemporanei, Janos Plinsky che nel 1942 parlava di guerra. Sono stati scritti 80 anni fa, ma sembra siano stati scritti ieri per questo ho sentito la necessità di raccontare quest’opera, la bellezza di questi versi ha fulminato me ed Alma Manera”. 

Grande soddisfazione per Maria Pia Liotta, direttrice artistica della kermesse:

“Vedere di nuovo questo pubblico meraviglioso è stato bellissimo, siamo felici di aver messo in scena ancora una volta un grande spettacolo internazionale rappresentando ogni sfumatura della danza, non solo quella classica: abbiamo visto sul palco il cinema con il grande Franco Nero e direttamente dalla televisione il coreografo Matteo Addino, la loro partecipazione è emblematica della nostra volontà di mostrare ogni forma d’arte”.

Uno spettacolo emozionante con madrina d’eccezione Giusy Versace,  in cui ogni premiato si è esibito regalando  grandi emozioni al pubblico.

Matteo Addino, premiato con lo “Schiaccianoci d’Oro – Danza in TV” ha coreografato i ballerini della sua Experience Dance Company in “Chorus Line” sulle musiche di M. Hamlisch mostrando tutto il talento di questi giovani artisti:

“Una serata meravigliosa per i miei ballerini e per me, essere premiato per il mio lavoro ne “Il Cantante Mascherato” in televisione è fonte di grande gioia”.

Tanti applausi anche per Franco Nero, che ha ricevuto “Lo Schiaccianoci d’Oro” alla carriera per la sezione “Visioni in Movimento”. Il concorso può vantare la direzione creativa di Alma Manera e la direzione organizzativa di Francesco Roberto Innocenzi. Ha visto in giuria numerose personalità del mondo del cinema, a partire dal presidente, il maestro Sergio Giussani.

Vincitore della II edizione del concorso – Premio “Schiaccianoci d’Oro” è il corto “Offstage – Visual Stories” di Giuseppe Palmeri, ha ritirato il premio la produttrice Ilenia Amico. Novità di quest’anno una Menzione Speciale, dedicata alle scuole di cinema che si sono distinte per l’impegno profuso nella missione formativa rivolta alle giovani generazioni che è andata alla Guys Film School di Carmen Siciliano, Gianni Mammolotti, Massimiliano Filippini  con  l’allieva Ilaria Carabelli a ritirare il premio.

Il Premio “Carla Fracci per i giovani” è stato consegnato durante la serata finale del Festival dal maestro Beppe Menegatti, in un simbolico passaggio di testimone alle nuove generazioni che portano avanti l’arte della danza ed è stato attribuito al ballerino Gabriele Fornaciari, già vincitore di importanti riconoscimenti in Italia e nel mondo: Spoleto, Berlino, America Grand Prix e molti altri. Tanti applausi anche per Sergio Bernal Alonso, star mondiale della danza e già primo ballerino del Ballet Nacional de Espana che ha danzato l’opera  “Zapateado”.

Il Festival si è colorato di ritmo, allegria, sonorità brasiliane con una squadra rivoluzionaria di danzatori, “Le Cacao Meravigliao”, capitanate da Marcia Sedoc, l’originale, quella di “Indietro Tutta” di Renzo Arbore.

E, poi tanta qualità con le eccellenze del corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Lubiana diretto da Renato Zanella, con i primi ballerini del Balletto del Sud, diretto da Fredy Franzutti. Direttamente da Ballando con le Stelle  Anastasia Kuzmina, accompagnata da Luca Favilla, poi emozione “caliente” con il grande tango di Roberta Beccarini e Pablo Garcia.

Immancabili i balli in costume con  La Compagnia di Danza Storica, diretta da Nino Graziano Luca. Magiche ed emozionanti interpretazioni di Alma Manera accompagnata ne “il Cigno” dalla coreografia di Matteo Addino con la sua Experience Dance Company. Hanno completato la serata la musica rock di Hania e il pop di Giovanni Segreti Bruno.

A seguire l’elenco dei premiati di quest’anno con il prestigioso premio “Lo Schiaccianoci d’Oro”, realizzato in esclusiva dal maestro Enrico Manera: Premio alla Carriera – Liliana Cosi; Premio Eccellenza dei teatri nel mondo – Teatro dell’Opera e del Balletto di Lubiana con la presenza del direttore artistico del balletto Renato Zanella accompagnato dal sovrintendente del teatro Stas Ravter dall’ambasciatore di Slovenia in Italia S.E. Tomaž Kunstelj; Premio Sezione Didattica e Formazione – Lia Calizza; Premio Cultura e Impresa – Fredy Franzutti; Premio la Moda che Danza – Gai Mattiolo; Premio l’Eccellenza della Danza nel Mondo – Sergio Bernal Alonso; Premio Danza in TV – Matteo Addino; Premio Giovani Stelle della Danza – Simone Agrò; Premio la Danza Oltre i Confini – Placido Domingo Jr; Premio Cultura e Giornalismo – Sara Zuccari; Premio alla Carriera per la sezione Visioni in Movimento –  Franco Nero. Presenti in tutte le serate le istituzioni locali e nazionali ed il sindaco di Nepi Dott. Franco Vita.

Un grande successo anche quest’anno per il Festival Internazionale della Danza e delle Danze  che ha vantato i media partners RadioRadio e Cultura Identità!

Di Francesco Roberto Innocenzi 

 

About Post Author

Francesco

Mi chiamo Francesco Roberto Innocenzi, sono nato a Roma e studio Giurisprudenza. Dall’età di 14 anni mi impegno nel sociale e, fedele ai principi dell’etica, mi appassiona promuovere la Cultura in ogni sua forma!
Happy
Happy
33 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
67 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Previous post L’Arte nel cuore si conferma una bella e consolidata realtà.
Next post “Il Cigno” di Alma Manera: un omaggio a Carla Fracci