Gratitudine e commozione alla cerimonia dell’Ordine dei Medici di Roma

0 0
Reading Time: 2 minutes
Read Time:2 Minute, 4 Second

Forti emozioni oggi all’incontro dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri per un riconoscimento alla carriera e all’impegno durante l’emergenza Covid con la presenza di Guido Bertolaso   

Commozione e gratitudine oggi all’evento organizzato dall’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri per esprimere grande riconoscenza ai numerosi professionisti che si sono distinti per l’impegno e il coraggio durante l’emergenza Covid. Un lungo elenco con i nomi degli eroi del difficile biennio ha visto affiancati giovani professionisti e meno, a dimostrazione di un’importante e comune impegno inciso sulle targhe che sono state consegnate. Protagonista dei diversi interventi sono state le singole testimonianze di fattiva collaborazione tra la cittadinanza e i medici stessi che hanno fatto propria la missione, anche informativa sulla campagna vaccinale. Una battaglia scelta di essere affrontata per puro senso del dovere e per vedere concretizzato quel giuramento d’Ippocrate, da alcuni firmato molti anni fa.

In virtù dello stesso giuramento il Presidente dell’Ordine, il dr. Antonio Magi, ha annunciato la cerimonia di premiazione alla carriera per i numerosi professionisti che hanno compiuto nozze di diamante e di ferro con la loro professione, tra i quali spicca il dr. Guido Bertolaso che ritira il premio per l’impegno continuo:

“Sono orgoglioso di essere medico, romano e italiano. Nella mia carriera mi son divertito a costruire ospedali e a diffondere la cultura italiana nel mondo ma oggi rivolgo la mia attenzione verso i tanti giovani sui quali il nostro Stato investe per sei anni e ai quali spesso non consente di proiettare il loro futuro in questa terra nonché verso l’emergenza demografica di cui in pochi parlano e che si trova a fronteggiare un drastico calo delle nascite. Soprattutto però consentitemi di rivolgere un pensiero ai colleghi medici che ci hanno lasciato, il medico è essenziale in ogni società civile e dobbiamo ricordalo a chi ogni tanto lo dimentica.” 

Parole colme di speranza e che aprono a profonde riflessioni.

Segue la cerimonia di premiazione con grande commozione per i premi alla carriera, in gran parte ritirati dalle mogli e dai figli di donne e uomini che hanno donato la loro vita alla professione la quale quest’oggi, riunita, li ha ricordati in applausi rivolti direttamente al cielo. 

“Ringrazio anche chi non è stato premiato perché è grazie a voi colleghi che possiamo essere qui oggi”

conclude il Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma.  

Di Francesco Roberto Innocenzi

About Post Author

Francesco

Mi chiamo Francesco Roberto Innocenzi, sono nato a Roma e studio Giurisprudenza. Dall’età di 14 anni mi impegno nel sociale e, fedele ai principi dell’etica, mi appassiona promuovere la Cultura in ogni sua forma!
Happy
Happy
100 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Previous post “Il Cigno” di Alma Manera: un omaggio a Carla Fracci
Next post Il Cinema Fiamma torna a vivere grazie al Centro Sperimentale di Cinematografia