SIM – Aggiornamento, raccomandazioni, chiarimenti su campagna vaccinale

1 0
Reading Time: 2 minutes
Read Time:2 Minute, 15 Second

Riceviamo e pubblichiamo… dal SIM – SINDACATO ITALIANO MILITARI MARINA su Campagna vaccinale anti sars-cov-2 a favore del personale militare della Difesa – Vaccino Vaxzevria (AstraZeneca)

In relazione alla campagna vaccinale in oggetto, questo Sindacato ha analizzato i plurimi provvedimenti succedutesi nella giornata del 09.04 u.s. da parte delle varie Autorità competenti.

In particolare, il Ministero della Salute con propria circolare, recepita dall’Ispettorato Generale di Sanità, ha ribadito che l‘uso del vaccino Vaxzevria benché approvato a partire dai 18 anni di età, sulla base delle attuali evidenze (basso rischio di reazioni avverse di tipo trombo embolico), è raccomandato in via preferenziale nelle persone di età superiore ai 60 anni.

Alla luce di quanto sopra raccomandato  ed in considerazione altresì dei conseguenti provvedimenti adottati da codesto S.M.,  anche di tenore ed effetti opposti, questa Associazione Sindacale si fa portatrice della viva preoccupazione e turbamento del personale militare coinvolto, in relazione alla poca chiarezza della situazione ed alla perdurante incertezza anche a seguito di ondivaghi provvedimenti stratificatisi, anche nel brevissimo periodo.

E’ appena il caso preliminarmente di rilevare come l’accoglimento integrale della predetta raccomandazione tecnica finirebbe per limitare fortemente, la somministrazione del vaccino in discussione al personale della F.A., proprio in ragione dei limiti di età vigenti per la cessazione dal servizio attivo per la quasi totalità del personale militare.

Il SIM Marina, ben conscio del carattere principalmente recettivo, di provvedimenti tecnici di altre Autorità competenti, dell’azione di codesto S.M. in relazione a quanto in discussione, richiede al Sig. Capo di Stato Maggiore di voler valutare la possibilità di profondere ogni sforzo ed azione della F.A. per assicurare la massima tutela alla salute ed integrità di tutto il personale coinvolto, e garantire al contempo ogni intervento ed azione in tutte le sedi competenti, per fornire la massima chiarezza e trasparenza relativamente alla campagna vaccinale in svolgimento.

Quanto sopra allo scopo di assicurare un quid pluris rispetto alla normativamente necessaria ed imprescindibile compilazione consapevole del consenso informato, onde permettere al personale militare interessato, nel rispetto dell’imprescindibile volontarietà del soggetto, di valutare con la massima trasparenza, conoscenza e tranquillità l’adesione alla campagna vaccinale.

Le linee di azione evidenziate da questa Associazione Sindacale oltre a rispondere all’ovvia necessità di fornire la massima tutela alla salute di tutti i colleghi, che in nessun momento deve essere messa in pericolo, è volta altresì a scongiurare il rischio che, la poca chiarezza al momento perdurante e l’adozione di disposizioni contraddittorie ed ondivaghe, possano minare la fiducia dei colleghi e quindi portare ad una perdita di efficacia della campagna vaccinale nel suo complesso, con ovvie ripercussioni negative per tutti i colleghi interessati, per la Forza Armata e più in generale per il nostro Paese.

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Previous post Nuovo IMAIE e ristori
Next post Il Festival Internazionale della Danza e delle Danze presenta VISIONI IN MOVIMENTO